Concorso Gastronomico Nazionale "Santarosa Pastry Cup"

Conca dei Marini

Come una donna da cui è impossibile non restare affascinati, Conca dei Marini è un piccolo gioiello nel grande tesoro della Costiera Amalfitana. Innamorarsene è fin troppo facile: chi ha già imparato a conoscere ogni approdo e ogni insenatura in questo mare di un azzurro “denso come metallo fuso“, ha subito eletto la sua “Miss Costiera“.

Tra improvvisi balzi fino a quattrocento metri d’altezza, corre lungo il mare per circa tre chilometri: tanto le basta per rapire lo sguardo prima e il cuore poi, a chi si muove tra Amalfi e Praiano. Case imbiancate a calce, con cupole, adagiate lungo la collina di S.Pancrazio e nei limoneti di Sant’Antonio.

Scorcio panoramico di suggestiva bellezza, il borgo marinaro arroccato nell’ansa del mare è Conca dei Marini, piccolo centro marinaro che negli anni Sessanta-Settanta annoverava tra i suoi più affezionati habitués la principessa Margaret d’Inghilterra, Jacqueline Kennedy, la regina d’Olanda e Gianni Agnelli, che hanno scelto il mare e le disarmanti bellezze paesaggistiche di Conca dei Marini per fermarsi a fare i bagni.

Sono numerose le citazioni di artisti, scrittori e visitatori di tutto il mondo che si sono lasciati sedurre da questi luoghi, arrivando a creare l’ormai celebre appellativo di “Conca di Cielo”.

Il suo nome è la conseguenza di un retaggio culturale che parla di una attitudine marinara antica. Storie avventurose di bastimenti e di vele, tempeste, naufragi e tanta perizia hanno contribuito a rendere Conca punto nodale ed utile appoggio nei traffici marittimi.